Esposizione

Tra il 1965 e il 1971 Mani Matter è entrato a far parte del gruppo dei Berner Troubadours. Da dietro a sinistra in avanti: Fritz Widmer, Mani Matter, Jacob Stickelberger, Ruedi Krebs, Markus Traber e Bernhard Stirnemann.
Foto: privata, Ruedi Krebs.

Mani Matter (1936–1972)

26.03.–08.09.2013

«Mani Matter (1936 – 1972)» è di ritorno al Museo nazionale a Zurigo. Dedicata alla vita e all’opera del popolare cantautore bernese, la mostra ha ottenuto un notevole successo a Zurigo, Svitto e al Museo storico di Berna. A partire dal 26 marzo 2013, il pubblico potrà riscoprire al Museo nazionale vari documenti provenienti dal fondo Mani Matter. L’esposizione ripercorre le tappe principali della vita del cantautore, presenta lettere, dischi e ben altro. Grazie all’iPad, i visitatori possono accedere a tutti i testi della mostra e a numerosi filmati e interviste.

In Svizzera, il cantautore Mani Matter (1936–1972) è un classico adorato da tutte le generazioni. L’artista bernese ci ha infatti lasciato un repertorio di canzoni che figurano tuttora tra le più vendute. Ne vengono prodotte versioni pop e rock, seminari universitari sono dedicati alla sua opera e le lezioni di musica nelle scuole sarebbero impensabili senza i suoi brani.

Mani Matter non è però solo un cantautore particolarmente apprezzato, ma anche uno straordinario poeta. La sua arguzia e ingegnosità, il suo spirito di osservazione, la profondità delle sue riflessioni e la sua padronanza linguistica consentono di paragonarlo ad autori quali Christian Morgenstern, Kurt Tucholsky o Erich Kästner.

Quando le si ascolta per la prima volta, le canzoni di Mani Matter possono sembrare piacevoli, orecchiabili e del tutto innocenti. Prestando però maggiore attenzione, si scopre nei brani, nei diari e negli scritti di Mani Matter («Rumpelbuch», «Sudelhefte») un cittadino e un intellettuale critico, nonché un colto pensatore.

La mostra temporanea allestita al Museo nazionale Zurigo rivela le diverse sfaccettature della personalità di Mani Matter. Cinque sezioni tematiche che prendono spunto dalle sue canzoni più note («Der Eskimo», «Bim Coiffeur», «Yr Isebahn», «Dr Parkingmeter», «Arabisch»), presentano una selezione di testi, fotografie e oggetti provenienti dal fondo del cantautore. Numerose postazioni di ascolto e multimediali consentono al pubblico di immergersi nelle canzoni e nelle poesie, ma anche nell’universo intellettuale di questo grande artista.



Tel. +41 (0)44 218 65 11
E-Mail: kanzlei@snm.admin.ch
Orario di apertura
Di - So 10:00 - 17:00 Uhr
Do 10:00 - 19:00 Uhr

Auf Facebook veröffentlichen Auf Twitter veröffentlichen